Laurea

Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali – Sassari

Non ancora recensito.

Il Corso di laurea in Scienze dei beni culturali offre una preparazione di base e metodologica nei diversi settori dei Beni Culturali, approfondendo inoltre aspetti giuridici e tecnici. Il corso si suddivide in due curricula: Archeologico e Gestione dei Beni Culturali.

  • DoveSassari
  • LaureaI° Livello
  • Durata3 anni
  • ClasseL-1 - Beni culturali
  • DipartimentoScienze Uomo Formazione
  • AccessoDiploma Scuola Media Superiore
  • ModalitàConvenzionale
  • Stage

Il corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali offre una preparazione che abbraccia i vari campi del settore dei Beni Culturali, con particolare riferimento agli aspetti archeologici, demo-etno-antropologici e dell’ambiente.

Viene naturalmente impartita una formazione storica e filologico-letteraria, alla quale si affiancano discipline di natura giuridica e tecnica. Particolare attenzione viene riservata anche allo studio delle lingue straniere e agli elementi essenziali di informatica.

Gli approfondimenti disciplinari variano a seconda del curricula scelto: quello Archeologico oppure quello imperniato sulla Gestione dei Beni Culturali.

L’attività di tirocinio permette di applicare sul campo le conoscenze teoriche. Previste e incentivate le esperienze all’estero attraverso programmi quali Ulisse ed Erasmus.

Contatta

L’obiettivo del corso di laurea in Scienze dei beni culturali è quello di fornire competenze teoriche e pratiche nei vari segmenti dei beni culturali. A queste si affiancano le conoscenze giuridiche e lo studio di almeno un lingua dell’Unione europea, oltre quella italiana.

Altrettanto importante lo sviluppo delle conoscenze relative alle scienze archeologiche, storiche, archivistiche, etno-antropologiche, del territorio e dell’ambiente.

Tra le finalità del corso anche lo sviluppo delle capacità relative all’impiego dei principali strumenti informatici e di comunicazione telematica.

Questo percorso di studio offre sbocchi occupazionali sia negli enti pubblici, sia nelle società private specializzate nella conservazione e fruizione delle risorse culturali e ambientali.

Possibile svolgere anche l’attività imprenditoriale autonoma.

La professionalità acquisita permette di operare in qualità di Tecnici dei musei, di svolgere attività di insegnamento nell’ambito della formazione professionale, di esercitare la professione di guida turistica (previa abilitazione), oppure ricoprire incarichi di segretari amministrativi e tecnici degli affari generali nelle pubbliche amministrazioni e nelle imprese private.

Gli insegnamenti variano a seconda del curriculum prescelto: Archeologico e Gestione dei Beni Culturali.

Le attività di base prevedono lo studio della lingua e della letteratura italiana; delle discipline storiche, geografiche e antropologiche; delle civiltà antiche e medievali.

La attività caratterizzanti prestano invece attenzione agli aspetti relativi alla legislazione e gestione dei beni culturali, alle discipline relative ai beni storico-archeologici e artistici, archivistici e librari, demoetnoantropologici e ambientali.

Studi scientifici, linguistici e informatici completano il quadro del percorso di studio.

Per essere ammessi occorre il diploma di scuola media superiore.

Convenzionale

Non sono previsti test d’accesso.

Italiano

Controlla le tasse sulla pagina web del corso.

  • BERNARDINI Paolo
  • LANERI Maria Teresa
  • MASTINO Attilio
  • MATTONE Antonio Vincenzo
  • MELIS Maria Grazia
  • MELONI Giuseppe
  • MILANESE Marco
  • PIREDDA Anna Maria Giacinta
  • SATTA Maria Margherita G.
  • SCANU Giuseppe
  • STRINNA Giovanni
  • prof. SATTA Maria Margherita G.
  • prof. PANIZZA Valeria
  • prof. MILANESE Marco
  • prof. SARNELLI Mauro

La prova finale consiste nella discussione di un elaborato curato dallo studente sotto la guida di un docente.

Il lavoro, coerente con gli insegnamenti del percorso di studio prescelto, deve dimostrare capacità di applicazione delle conoscenze acquisite.

Il laureato in Scienze dei beni culturali, forte delle competenze teoriche maturate, sviluppa ricerche autonome in campo storico e archivistico.

Sa cogliere le interconnessioni fra fatti storici, produzione letteraria e fenomeni artistici. Ha la capacità di applicare le conoscenze acquisite in contesti di scavo archeologico. Conosce i metodi di prospezione geofisica per l’archeologia, oltre che gli elementi di mineralogia generale e sistematica.

Conosce e comprende le problematiche relative all’identità e alla multiculturalità; svolge attività di ricerca sociale a scopo culturale o commerciale.

Conosce la lingua italiana, quella latina e una dell’Unione europea; sviluppa competenze di carattere informatico.

Il corso prepara inoltre alla professione di:

Assistenti di archivio e di biblioteca – (3.3.1.1.2) ISTAT

Organizzatori di convegni e ricevimenti – (3.4.1.2.2) ISTAT

Guide turistiche – (3.4.1.5.2) ISTAT

Tecnici dell’organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale – (3.4.3.2.0) ISTAT

Tecnici dei musei – (3.4.4.2.1) ISTAT

Tecnici delle biblioteche – (3.4.4.2.2) ISTAT

Stimatori di opere d’arte – (3.4.4.3.1) ISTAT

Recensioni degli studenti

Nessuna opinione su questa laurea

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

SI NO

1 × due =

Se ne parla nel forum: TESTIMONIANZE E DISCUSSIONI

Richiedi Informazioni

Richiedi maggiori informazioni a FormazioneTurismo

Ricerca avanzata

CON QUALE LAUREA VUOI COSTRUIRE
IL TUO FUTURO? ISCRIVITI!
Compila il modulo per ricevere
aggiornamenti direttamente nella tua casella mail. 100% Free.
Accetto Condizioni d'uso e acconsento al trattamento dei dati personali in base alla Privacy Policy di laureaturismo.it