Laurea

Corso di Laurea in Mediazione linguistica, Turismo e Culture

Non ancora recensito.

Formare manager esperti nel settore turistico. Con questo obiettivo nasce il corso di laurea magistrale in Mediazione linguistica, turismo e culture. Il percorso di studio sviluppa le necessarie competenze linguistiche, culturali, teoriche e pratiche per diventare apprezzati professionisti nel settore.

  • DoveTrento
  • LaureaI° Livello
  • Durata2 anni
  • ClasseLM-49
  • DipartimentoLettere Filosofia
  • AccessoLaurea triennale
  • ModalitàConvenzionale
  • Stage

Il corso di laurea magistrale in Mediazione linguistica, turismo e culture si propone di sviluppare tutte le conoscenze necessarie per svolgere con competenza funzioni di management nel settore turistico.

Allo studio più approfondito delle lingue e del mercato dei Paesi di riferimento, si affiancano insegnamenti che consentono di acquisire conoscenze di economia e informatica e di approfondire le tematiche di natura culturale e sociologica o, ancora, quei fenomeni sociali che caratterizzano un territorio.

Tutto questo permette di formare figure professionali che sappiano dare risposte per ciò che riguarda lo sviluppo turistico di un territorio, la cooperazione internazionale o la gestione delle risorse culturali e ambientali.

Contatta

L’obiettivo del corso di laurea magistrale in Mediazione linguistica, turismo e culture è quello formare manager, destinati sia al settore pubblico sia a quello privato, che sappiano operare sui mercati nazionali e internazionali.

Al tempo stesso si sviluppano competenze per analizzare la domanda turistica e per conoscere più a fondo i nuovi segmenti del settore turistico.

I profili professionali in uscita sviluppano inoltre competenze nel campo della comunicazione, spendibili in ambito editoriale, nell’organizzazione di eventi e nelle varie attività di promozione di un territorio.

I laureati in Mediazione linguistica, turismo e culture possono operare nella pubblica amministrazione, nelle aziende del settore turistico e in quelle del comparto ricettivo-alberghiero.

Possono occuparsi di incoming, intermediazione e comunicazione, con ruoli di responsabilità.

In definitiva possono ricoprire ruoli dirigenziali in diversi ambiti del settore turistico (dalla comunicazione allo sviluppo sostenibile di un territorio), possono gestire oppure operare nelle società di consulenza specializzate in dinamiche interculturali e interlinguistiche.

Altri possibili sbocchi: comunicazione turistica e mediazione culturale; esperti in strategie di comunicazione in lingua; consulenti per enti locali e imprese nel settore della cultura e dell’hospitality.

Attività caratterizzanti

  • Lingua francese I e II (totale: 12 CFU
  • Lingua tedesca I e II (totale: 12 CFU)
  • Lingua inglese I e II(totale: 12 CFU)
  • Lingua spagnola I e II (totale: 12 CFU)
  • Economia della cultura e del turismo e marketing della cultura e del turismo 12 CFU
  • Laboratorio di analisi della cultura e del turismo e sistemi informativi per il turismo 6 CFU
  • Valorizzazione turistica delle risorse artistico-culturali 9 CFU
  • Sociologia dei processi culturali e comunicativi I 9 CFU
  • Geografia e progettazione strategica degli spazi turistici 9 CFU

Attività affini

  • Lingua e cultura cinese I e II (totale: 18 CFU)
  • Lingua e cultura russa I e II (totale: 18 CFU)
  • Laboratorio di analisi della cultura e del turismo e sistemi informativi per il turismo 6 CFU

Possono accedere al corso di laurea magistrale gli studenti che abbiano conseguito la laurea triennale o che siano in possesso di titoli di studio esteri ritenuti idonei.

Necessaria un’elevata conoscenza di due delle seguenti lingue: inglese, francese, tedesco e spagnolo. Importanti anche le conoscenze di economia e marketing.

La valutazione dei curriculum viene effettuata sulla base del regolamento didattico.

Convenzionale

Non sono previsti test d’accesso

Italiano

Controlla le tasse sulla pagina web del corso.

  • Elena Dai Prà
  • Jean Paul Dufiet
  • Elena Maria Liverani
  • Adalgisa Mingati
  • Federica Ricci Garotti
  • DominicStewart
  • Barbara Julieta Bellini
  • Paola Fontana
  • SilviaKeeling
  • Michela Caccia
  • Antonella Porretta

La prova finale consiste nella elaborazione e nella discussione di una tesi attinente al percorso di studio e che presenti elementi di originalità.

Un relatore segue lo studente dalla fase della ricerca e alla stesura finale.

Il laureato in Mediazione linguistica, turismo e culture sviluppa elevate abilità linguistiche e comunicative; conosce a fondo i mercati nazionali ed internazionali e i relativi flussi turistici; sviluppa conoscenze avanzate di natura economica e manageriale; conduce analisi di carattere geografico, sociologico e storico-artistico per le realtà locali; programma e organizza eventi di informazione e promozione del territorio.

Il corso prepara alla professione di:

  •    Specialisti in risorse umane – (2.5.1.3.1) ISTAT
  • Specialisti dell’organizzazione del lavoro – (2.5.1.3.2) ISTAT
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) – (2.5.1.5.2) ISTAT
  • Specialisti delle pubbliche relazioni, dell’immagine e professioni assimilate – (2.5.1.6.0) ISTAT
  • Redattori di testi per la pubblicità – (2.5.4.1.3) ISTAT
  • Redattori di testi tecnici – (2.5.4.1.4) ISTAT
  • Interpreti e traduttori di livello elevato – (2.5.4.3.0) ISTAT
  • Revisori di testi – (2.5.4.4.2) ISTAT

Recensioni degli studenti

Nessuna opinione su questa laurea

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

SI NO

10 + 17 =

Se ne parla nel forum: TESTIMONIANZE E DISCUSSIONI

Richiedi Informazioni

Richiedi maggiori informazioni a FormazioneTurismo

Ricerca avanzata

CON QUALE LAUREA VUOI COSTRUIRE
IL TUO FUTURO? ISCRIVITI!
Compila il modulo per ricevere
aggiornamenti direttamente nella tua casella mail. 100% Free.
Accetto Condizioni d'uso e acconsento al trattamento dei dati personali in base alla Privacy Policy di laureaturismo.it