Laurea

CORSI DI LAUREA TURISMO PRIMO LIVELLO, MANAGEMENT DEL TURISMO L18,

Corso di Laurea in Management del Turismo, dello Sport e degli Eventi

Non ancora recensito.

Il corso di laurea in Management del Turismo, dello Sport e degli Eventi si pone l’obiettivo di formare dirigenti, consulenti e junior manager per i settori del turismo, sport ed eventi. Il percorso formativo, trilingue, permette di operare in contesti internazionali.

  • DoveBolzano
  • LaureaI° Livello
  • Durata3 anni
  • ClasseL-18 - Management Turismo
  • DipartimentoNon indicato
  • AccessoDiploma Scuola Media Superiore
  • ModalitàConvenzionale
  • Stage

Il corso di laurea in Management del Turismo, dello Sport e degli Eventi, della durata triennale, proietta gli studenti in una dimensione internazionale, grazie alla sua impostazione basata sullo studio approfondito di tre lingue (italiano, tedesco e inglese).

Il percorso di studio è inoltre caratterizzato dal giusto equilibrio tra le discipline economiche e gestionali, senza mai trascurare gli aspetti legati allo sviluppo sostenibile di un territorio.

Oltre alle competenze linguistiche e comunicative, questo corso sviluppa capacità creative e competenze sociali ed economiche per gestire aziende o per svolgere attività di consulenza.

L’obiettivo del percorso di studio è quello di formare profili professionali che sappiano svolgere i compiti affidati a dirigenti, consulenti e junior manager nei settori di riferimento.

L’approfondimento di tre lingue (italiano, tedesco e inglese) permette di sviluppare le professionalità necessarie per operare in ambito internazionale nella direzione, amministrazione, pianificazione e organizzazione di imprese.

Si punta a sviluppare le capacità di pianificare e gestire – sia autonomamente sia in gruppo – le realtà imprenditoriali del comparto, mettendo in campo creatività e competenze utili anche alla risoluzione di problemi.

Il corso di laurea offre sbocchi occupazionali sia in ambito turistico e sportivo sia nel settore dell’organizzazione di eventi.

I profili professionali formati possono ricoprire ruoli manageriali negli enti pubblici e nelle realtà private che si occupano di sviluppo turistico, di sport e di eventi.

Trovano opportunità anche nelle aziende di comunicazione e promozione turistica, oltre che nelle organizzazioni impegnate nella gestione di eventi culturali e sportivi, anche a livello internazionale.

Attività di base:

  • Volkswirtschaftslehre 1 8 CFU (1° anno)
  • Introduction to Accounting 8 CFU (1° anno)
  • M-1 Mathematics for Economists A 6 CFU (1° anno)
  • M-1 Istituzioni di diritto pubblico 6 CFU (1° anno)
  • M-2 Istituzioni di diritto privato 6 CFU (1° anno)

Attività caratterizzanti:

  • M-2 Leadership 6 CFU (2° anno)
  • Financial Analysis 7 CFU (2° anno)
  • M-1 Elements of Corporate Finance 6 CFU (3° anno)
  • Introduction to Management 8 CFU (1° anno)
  • Principles of Marketing 7 CFU (2° anno)
  • Gestione delle infrastrutture per lo sport e gli eventi 6 CFU (2° anno)
  • Distribution channels and Intermediaries in Tourism 6 CFU (2° anno)
  • Gestione e pianificazione degli eventi 6 CFU (2° anno)
  • M-1 Strategic Management 6 CFU (2° anno)
  • Introduction into Tourism Management Systems 6 CFU (2° anno)
  • M-2 Management Accouting 6 CFU (3° anno)
  • Sustainable Tourism and Rural Development 6 CFU (3° anno)
  • Tourismus und regionale Produkte 6 CFU (3° anno)
  • Economia aziendale 6 CFU (2° anno)
  • Sport- und Eventwirtschaft 6 CFU (2° anno)
  • TourismEconomics 6 CFU (2° anno)
  • Sviluppo della destinazione 6 CFU (2° anno)
  • M-2 Mathematics for Economists B 6 CFU (1° anno)
  • Metodi statistici per la ricerca empirica 7 CFU (2° anno)
  • Diritto economico applicato 6 CFU (3° anno)
  • Diritto commerciale applicato 6 CFU (3° anno)

Attività affini

  • AngewandteDaten- und Informationsverarbeitung 6 CFU (1° anno)
  • Kommunikation und Strategie 6 CFU (2° anno)
  • International Tourism Management 6 CFU (3° anno)
  • Gestione internazionale dello sport e degli eventi 6 CFU (3° anno)
  • Strategic marketing and management in tourism 6 CFU (3° anno)
  • Sport and Event marketing and sponsorship 6 CFU (3° anno)

Per essere ammessi occorre il diploma di scuola media superiore.

È richiesta una buona cultura di base e la conoscenza di almeno due lingue (livello B2). Prevista una verifica; in caso di esito negativo sono previsti obblighi formativi aggiuntivi.

Convenzionale

Il corso è a numero chiuso (115 posti); non sono dunque escluse prove selettive.

Italiano

Controlla le tasse sulla pagina web del corso.

  • CAI Mattia
  • FISCHER Christian Diethard
  • HAMEL Andreas
  • LOMBARDO Stefano
  • MAURER Oswin
  • OSTI Linda
  • POGGIO Teresio
  • TOKARCHUK Oksana
  • VOLO Serena
  • prof. MAURER Oswin
  • prof. BOFFA Federico
  • prof. VOLO Serena

La prova finale consiste nell’elaborare un testo scritto in una delle lingue del corso.

L’argomento deve essere coerente con il percorso di studio e sviluppare tempi legati alla gestione e all’economia del turismo, dello sport e degli eventi.

Il laureato in Management del Turismo, dello Sport e degli Eventi acquisisce competenze relative al management, all’economia, ai processi aziendali, alle strategie di comunicazione.

Il laureato sviluppa competenze linguistiche in italiano, tedesco e inglese (o altre lingue dell’Unione europea), spendibili in realtà operanti in ambito internazionale.

Il laureato sa ideare piani strategici e di marketing; affronta con competenza le problematiche relative alla gestione all’organizzazione delle imprese di servizi.

Il corso prepara inoltre alla professione di:

  • Specialisti dell’organizzazione del lavoro – (2.5.1.3.2)
  • Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi (escluso il settore ICT) – (2.5.1.5.2)
  • Analisti di mercato – (2.5.1.5.4)
  • Specialisti delle pubbliche relazioni, dell’immagine e professioni assimilate – (2.5.1.6.0)
  • Specialisti dell’economia aziendale – (2.5.3.1.2)
  • Tecnici del marketing – (3.3.3.5.0) ISTAT
  • Agenti e rappresentanti di artisti ed atleti – (3.3.4.7.0) ISTAT
  • Tecnici delle attività ricettive e professioni assimilate – (3.4.1.1.0) ISTAT
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali – (3.4.1.2.1) ISTAT
  • Organizzatori di convegni e ricevimenti – (3.4.1.2.2) ISTAT
  • Organizzatori di eventi e di strutture sportive – (3.4.2.5.1) ISTAT

Recensioni degli studenti

Nessuna opinione su questa laurea

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

SI NO

diciotto + undici =

Se ne parla nel forum: TESTIMONIANZE E DISCUSSIONI

BluBerry ha scritto
"Un punto di partenza e non un punto di arrivo": in questo tuo passaggio c'è l'essenza di ciò che penso. ovviamente condivido il tuo pensiero, marta. non si può pretendere di certo che l'università formi professionisti già belli e pronti, ma sicuramente può dare un indirizzo, può indicare la via, fornire un metodo. poi sta alla bravura dei singoli (e perché no? a qualche master specialistico) ritagliarsi un posto al sole nel mondo del lavoro. Ecco, quel pezzo di carta è fondamentale, se si ambisce a qualcosa di più di un semplice impiego. Penso anche che comunque l'università debba cambiare registro in Italia. Lo impone la realtà: da noi siamo ancora troppo ancorati alla teoria, trascurando la pratica, che resta fondamentale. Lo studente deve tastare con mano ciò che legge sui libri. i master, da questo punto di vista, stanno avanti, perché spesso e volentieri gli stage non sono solo di facciata. l'università ha anche bisogno di svecchiarsi: negli ultimi anni la società ha messo il turbo, non si può andare in aula con la macchina per scrivere o con il computer che gira con il dos (esagerazione voluta, tanto per rendere l'idea), quando ormai viaggia tutto su tablet e smartphone. Né può restare ancorata a una politica che sul turismo vive di rendita, senza essere in grado di sfruttare le infinite potenzialità dell'Italia. Detto questo, resto del parere che andare all'università non sia affatto tempo perso. resta sempre un'ottima palestra di vita. Anche e soprattutto per i fuori sede. se non altro, imparano a cucinare e a fare il bucato...
BluBerry ha scritto
"Un punto di partenza e non un punto di arrivo": in questo tuo passaggio c'è l'essenza di ciò che penso. ovviamente condivido il tuo pensiero, marta. non si può pretendere di certo che l'università formi professionisti già belli e pronti, ma sicuramente può dare un indirizzo, può indicare la via, fornire un metodo. poi sta alla bravura dei singoli (e perché no? a qualche master specialistico) ritagliarsi un posto al sole nel mondo del lavoro. Ecco, quel pezzo di carta è fondamentale, se si ambisce a qualcosa di più di un semplice impiego. Penso anche che comunque l'università debba cambiare registro in Italia. Lo impone la realtà: da noi siamo ancora troppo ancorati alla teoria, trascurando la pratica, che resta fondamentale. Lo studente deve tastare con mano ciò che legge sui libri. i master, da questo punto di vista, stanno avanti, perché spesso e volentieri gli stage non sono solo di facciata. l'università ha anche bisogno di svecchiarsi: negli ultimi anni la società ha messo il turbo, non si può andare in aula con la macchina per scrivere o con il computer che gira con il dos (esagerazione voluta, tanto per rendere l'idea), quando ormai viaggia tutto su tablet e smartphone. Né può restare ancorata a una politica che sul turismo vive di rendita, senza essere in grado di sfruttare le infinite potenzialità dell'Italia. Detto questo, resto del parere che andare all'università non sia affatto tempo perso. resta sempre un'ottima palestra di vita. Anche e soprattutto per i fuori corso. se non altro, imparano a cucinare e a fare il bucato...
Grazie Marta per averci raccontato la tua esperienza perchè corrisponde esattamente al nostro punto di vista. Universitá nel turismo, con i loro corsi di laurea, in particolare la triennale, sono un punto di partenza i cui benefici si comprendono solo dopo percorsi specialistici e di esperienza sul lavoro. Un pò un trampolino dal quale lanciarsi per poi sperimentare, formarsi alle professioni, perlustrare e crescere continuamente.

Richiedi Informazioni

Richiedi maggiori informazioni a FormazioneTurismo

Ricerca avanzata

CON QUALE LAUREA VUOI COSTRUIRE
IL TUO FUTURO? ISCRIVITI!
Compila il modulo per ricevere
aggiornamenti direttamente nella tua casella mail. 100% Free.
Accetto Condizioni d'uso e acconsento al trattamento dei dati personali in base alla Privacy Policy di laureaturismo.it