Laurea

Corso di Laurea in Beni culturali – Perugia

Non ancora recensito.

Il Corso di Laurea in Beni culturali fornisce una preparazione umanistico-letteraria, appropriate competenze linguistiche e una serie di competenze finalizzate alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio culturale di un territorio. Il corso si suddivide in tre curricula: antropologia, archeologia e storia dell’arte.

  • DovePerugia
  • LaureaI° Livello
  • Durata3 anni
  • ClasseL-1 - Beni culturali
  • DipartimentoLettere
  • AccessoDiploma Scuola Media Superiore
  • ModalitàConvenzionale
  • Stage

Il Corso di Laurea in Beni culturali è finalizzato alla formazione di profili professionali dalle adeguate conoscenze umanistico-letterarie e linguistiche e che abbiano le giuste competenze relative alla conoscenza dei meccanismi legati alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio culturale.

Gli studenti acquisiscono metodi teorici e capacità di utilizzo di strumenti e tecnologie utili per la classificazione, la valorizzazione e la conservazione dei Beni Culturali.

Il percorso di studio è suddiviso in tre curricula: antropologia, archeologia e storia dell’arte. Dopo gli insegnamenti comuni del primo anno, nel secondo e nel terzo si entra nello specifico dell’ambito curriculare prescelto.

Contatta

L’obiettivo del Corso di Laurea in Beni culturali di fornire agli studenti le competenze necessarie per inserirsi agevolmente in ambito lavorativo.

Le conoscenze sviluppate consentono di operare in qualsiasi ambito del settore dei beni culturali, sia nel pubblico sia nel privato.

Il raggiungimento di tali obiettivi è supportato da approfonditi studi in campo umanistico, letterario e linguistico.

Vengono inoltre affinate le capacità relative alla ricerca e all’impiego degli strumenti – anche e soprattutto informatici – attualmente in uso nel campo della conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Il corso di studio offre sbocchi professionali di medio livello negli enti pubblici e privati impegnati nella gestione dei beni culturali: Ufficio Studi, Direzione del personale, Servizio stampa e pubbliche relazioni, Marketing e pubblicità, Promozione culturale.

A livello istituzionale si può operare nelle Soprintendenze, Archivi, Comuni, Biblioteche e Ministeri.

Opportunità anche nell’industria culturale e del turismo, in ambito giornalistico, editoriale, nel mondo della comunicazione e negli istituti di cultura.

Gli insegnamenti, dopo un primo anno comune a tutti, variano a seconda del curricula scelto, ossia quello antropologico, quello archeologico e quello imperniato sulla storia dell’arte.

Tra le discipline peculiari spiccano: Legislazione e gestione dei beni culturali; Economia e gestione dei beni culturali e del turismo; Metodologia della ricerca archeologica; Sociologia dei processi culturali e comunicativi applicata ai beni culturali.

Per essere ammessi occorre il diploma di scuola media superiore.

Richiesta una buona cultura di base. Prevista una prova scritta per valutare la conoscenza della lingua italiana. In caso di esito negativo si dovrà frequentare un apposito laboratorio (25 ore complessive).

Convenzionale

Non sono previsti test d’accesso.

Italiano

Controlla le tasse sulla pagina web del corso.

  • BELLANDI Alfredo
  • CAPACCIONI Andrea
  • DE SANTIS Giovanni Maria Perfetto
  • DI PILLA Alessandra
  • FIORINI Lucio
  • GALASSI Cristina
  • GRASSIGLI Gian Luca
  • IRACE Erminia
  • MIGLIORATI Alessandra
  • SANTANICCHIA Mirko
  • TEZA Laura
  • prof. GRASSIGLI Gian Luca
  • prof. MINELLI Massimiliano
  • prof. MANCINI Francesco Federico

La prova finale consiste nel l’elaborare e discutere una tesi su uno degli argomenti approfonditi durante il percorso di studio.

Il laureato in Beni culturali è caratterizzato da una buona preparazione di base sui beni culturali, con riferimento ad ambiti specifici della ricerca: Archeologico, Storico-Artistico, Demoetnoantropologico, Musicale, ecc.

Conosce metodi e tecnologie per la conservazione dei beni culturali; utilizza gli strumenti più adeguati nell’organizzazione e classificazione del patrimonio culturale.

Conosce le problematiche del settore e può svolgere compiti professionali di medio livello in ogni ambito dell’industria culturale e turistica, sia in ambito pubblico sia in contesti privati.

Il corso prepara inoltre alla professione di:

  • Segretari amministrativi e tecnici degli affari generali – (3.3.1.1.1) ISTAT
  • Assistenti di archivio e di biblioteca – (3.3.1.1.2) ISTAT
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali – (3.4.1.2.1) ISTAT
  • Guide turistiche – (3.4.1.5.2) ISTAT
  • Tecnici dell’organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale – (3.4.3.2.0) ISTAT
  • Stimatori di opere d’arte – (3.4.4.3.1) ISTAT
  • Periti filatelici e numismatici – (3.4.4.3.2) ISTAT

Recensioni degli studenti

Nessuna opinione su questa laurea

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

SI NO

2 × 2 =

Se ne parla nel forum: TESTIMONIANZE E DISCUSSIONI

Richiedi Informazioni

Richiedi maggiori informazioni a FormazioneTurismo

Ricerca avanzata

CON QUALE LAUREA VUOI COSTRUIRE
IL TUO FUTURO? ISCRIVITI!
Compila il modulo per ricevere
aggiornamenti direttamente nella tua casella mail. 100% Free.
Accetto Condizioni d'uso e acconsento al trattamento dei dati personali in base alla Privacy Policy di laureaturismo.it