Laurea

Corso di Laurea in Beni Culturali (archeologici, artistici, musicali e dello spettacolo)

Non ancora recensito.

Il Corso di Laurea in Beni Culturali offre adeguate competenze linguistiche e storico-umanistiche e scientifiche nei settori archeologici, artistici, musicali e dello spettacolo. Il livello di preparazione raggiunto permette l’inserimento dei laureati in ambito lavorativo o l’accesso ad altri percorsi universitari.

  • DoveRoma
  • LaureaI° Livello
  • Durata3 anni
  • ClasseL-1 - Beni culturali
  • DipartimentoScienze Storiche Beni Culturali
  • AccessoDiploma Scuola Media Superiore
  • ModalitàConvenzionale
  • Stage

Il corso di laurea in Beni Culturali (archeologici, artistici, musicali e dello spettacolo) è caratterizzato da un percorso di studio finalizzato all’approfondimento degli aspetti storico-umanistici e al rafforzamento delle conoscenze   linguistiche e scientifiche.

Le competenze nel settore dei beni culturali vengono approfondite nei vari ambiti: archeologico, artistico, musicale e dello spettacolo.

Al termine di questo percorso il laureato è messo nelle condizioni di effettuare attività di ricerca, di accedere ai corsi di laurea magistrale legati alle tematiche dei beni culturali. Al tempo stesso può trovare possibilità lavorative negli enti sia pubblici sia privati.

Contatta

L’obiettivo del corso di laurea è in primis quello di fornire una formazione storico-critica e metodologica basata sulla conoscenza dell’arte e dello scavo archeologico, della musica, dell’etnomusicologia, del teatro, del cinema e del linguaggio video e multimediale.

Ciò permette di poter operare con le adeguate competenze nell’ambito della conservazione e della valorizzazione del patrimonio artistico.

Tali competenze vengono rafforzate anche attraverso lo studio della legislazione del settore, le competenze relative al restauro dei beni culturali e di una lingua straniera, della quale bisogna avere una buona padronanza.

Al termine di questo corso di studio si aprono sbocchi occupazionali sia nelle istituzioni pubbliche sia in quelle private impegnate in particolare nella tutela e nella valorizzazione dei beni culturali.

In tal senso si aprono opportunità nelle soprintendenze, nei musei, negli archivi, nelle biblioteche, ecc.

Si possono inoltre ricoprire ruoli organizzativi nelle imprese specializzate in manifestazioni, eventi musicali e di spettacolo, animazione e attività culturali in genere.

Gli insegnamenti coprono in maniera esaustiva il settore dei beni culturali.

Le attività di base sono imperniate sullo studio della lingua e della letteratura italiana, sulle discipline storiche, geografiche e antropologiche.

Quelle caratterizzanti pongono invece l’accento sulla legislazione e gestione dei beni culturali e sulle discipline relative ai beni storico-archeologici e artistici, archivistici e librari, demoetnoantropologici e ambientali.

Le discipline legate all’archeologia, alle materie musicali, del cinema e dello spettacolo, lo studio della letteratura e le lingue completano il percorso di studio.

Per essere ammessi occorre il diploma di scuola media superiore (o titolo equivalente conseguito all’estero) e una buona conoscenza di base delle discipline oggetto di studio.

Tali conoscenze vengono valutate attraverso un test di ingresso. In caso di carenze, possono essere previsti obblighi formativi aggiuntivi.

Convenzionale

Non è richiesto alcun test per l’accesso.

Italiano

Controlla le tasse sulla pagina web del corso.

  • CAMPUS Alessandro Giuseppe Francesco
  • FABBRI Marco
  • FACCI Serena
  • LAURIA Antonietta
  • MABELLINI Stefania
  • MAZZEI Luca
  • MOLINARI Alessandra
  • MUZZIOLI Maria Pia
  • PISANI Marcella
  • RIZZI Antonio
  • ROCCO Giulia
  • SERRA Alessandra
  • SPERA Lucrezia
  • VALERIANI Alessandro
  • prof. MOLINARI Alessandra
  • prof. PISANI Marcella
  • prof. LAURIA Antonietta
  • prof. OCCHIPINTI Carmelo
  • prof. SERRA Alessandra
  • prof. FACCI Serena
  • prof. VALERIANI Alessandro
  • prof. MAZZEI Luca

La prova finale consiste nel realizzare un elaborato scritto, sotto la supervisione di un docente, sviluppando un argomento che sia in sintonia con il percorso di studio.

Il laureato ha una visione chiara dei temi riguardanti la storia dell’arte, l’archeologia, la musicologia, la storia del teatro, del cinema, della produzione audiovisiva.

Forte di competenze linguistiche e relative alla legislazione, il laureato affronta con competenza iniziative e progetti legati alla valorizzazione e alla conservazione dei beni culturali, archeologici, storico-artistici, musicali, del teatro, del cinema e audiovisivi.

Il corso prepara inoltre alla professione di:

  • Assistenti di archivio e di biblioteca – (3.3.1.1.2) ISTAT
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali – (3.4.1.2.1) ISTAT
  • Organizzatori di convegni e ricevimenti – (3.4.1.2.2) ISTAT
  • Tecnici dei musei – (3.4.4.2.1) ISTAT
  • Tecnici delle biblioteche – (3.4.4.2.2) ISTAT
  • Stimatori di opere d’arte – (3.4.4.3.1) ISTAT
  • Periti filatelici e numismatici – (3.4.4.3.2) ISTAT
  • Periti calligrafi – (3.4.4.3.3) ISTAT

Recensioni degli studenti

Nessuna opinione su questa laurea

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

SI NO

12 − 11 =

Se ne parla nel forum: TESTIMONIANZE E DISCUSSIONI

Richiedi Informazioni

Richiedi maggiori informazioni a FormazioneTurismo

Ricerca avanzata

CON QUALE LAUREA VUOI COSTRUIRE
IL TUO FUTURO? ISCRIVITI!
Compila il modulo per ricevere
aggiornamenti direttamente nella tua casella mail. 100% Free.
Accetto Condizioni d'uso e acconsento al trattamento dei dati personali in base alla Privacy Policy di laureaturismo.it