Piemonte

Università degli Studi Scienze Gastronomiche

L’Università degli Studi Scienze Gastronomiche, primo ateneo al mondo interamente dedicato alla cultura del cibo, ha attivato i propri corsi il 4 ottobre 2004.

Promossa dall’associazione internazionale Slow Food, con la collaborazione delle regioni Piemonte ed Emilia Romagna, è un’università privata, ma legalmente riconosciuta dallo stato italiano, dedicata alla diffusione della cultura enogastronomica.

L’Università ha due sedi: una a Pollenzo (frazione di Bra, in provincia di Cuneo, Piemonte), dove si sviluppa il corso di laurea e l’altra a Colorno (in provincia di Parma, Emilia Romagna), dove si svolgono i Master post lauream. L’Associazione Amici dell’Università di Scienze Gastronomiche ha il compito di gestire gli aspetti organizzativi legati all’Università.

Con attività didattica bilingue (italiano e inglese), si propone di dare dignità accademica alla gastronomia in quanto scienza complessa e interdisciplinare attraverso lo studio di una nuova cultura dell’alimentazione.

Gli obiettivi

L’obiettivo è quello di creare una nuova figura professionale, il gastronomo, capace di operare nella produzione,distribuzione, promozione e comunicazione dell’agroalimentare di qualità: l’Università licenzierà futuri esperti di comunicazione, divulgatori e redattori multimediali in campo enogastronomico, addetti al marketing di prodotti d’eccellenza, manager di consorzi di tutela o di aziende del settore agroalimentare o di enti turistici.

Il corso di laurea è a numero chiuso: vi possono accedere studenti provenienti da tutto il mondo, appositamente selezionati e sottoposti ad un test di ammissione.

Gli iscritti ai tre anni di corso giungono da: Austria, Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Kenya, Messico, Olanda, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Trinidad e Tobago, Turchia e ovviamente Italia. Attualmente sono circa 225 gli studenti che frequentano i corsi a Pollenzo e Colorno.

I requisiti necessari per l’iscrizione al corso di laurea sono il diploma di scuola secondaria superiore o titolo equivalente e una forte motivazione a intraprendere un ciclo di studi innovativo, con obbligo di frequenza e altamente professionalizzante.

Oltre alla laurea triennale, è previsto un biennio di Laurea Magistrale.

Durante l’anno accademico l’attività didattica coinvolge esperti di livello internazionale che partecipano ad attività culturali, seminari, esercitazioni di approfondimento su singole tematiche di studio, forum di discussione su problemi di attualità, di informazione gastronomica e degustazioni di prodotti.

Gli stage

Peculiarità dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche è il ricco programma di stage nazionali ed internazionali organizzati nell’intero triennio.

Si tratta di viaggi didattici in cui gli studenti entrano in diretto contatto con quanto studiato in aula attraverso visite a consorzi, enti, aziende, artigiani e sono di due tipi:

  • stage tematici, che mirano alla conoscenza di un determinato prodotto, del relativo processo produttivo e dei sistemi di distribuzione e di consumo;
  • stage territoriali, che mirano alla conoscenza di un territorio o di una regione, sotto l’aspetto dei sistemi agroalimentari, dei prodotti, della storia e del patrimonio ambientale e artistico.

Ogni studente parteciperà a tre stage tematici e due stage territoriali per ogni anno accademico.

Retta del corso di laurea triennale

La quota annuale è di Euro 19.000,00 e comprende:

  • la sistemazione per tutto l’anno in appartamenti con stanza singola in locali opportunamente arredati;
  • i pranzi (con l’esclusione del sabato, della domenica e dei periodi di chiusura dell’Università);
  • gli stage tematici e territoriali previsti dal piano di studio;
  • il viaggio, il vitto, l’alloggio e i trasferimenti durante i periodi di stage;
  • i libri di testo previsti per ciascun corso (volumi o dispense);
  • il computer portatile personale, compreso l’accesso alla rete (Internet, e-mail) dalle sedi di Pollenzo e Colorno e dagli appartamenti;
  • tutte le attività didattiche, comprese le conferenze, i seminari e i congressi;
  • la partecipazione a tutti gli eventi promossi dall’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche;
  • la copertura assicurativa durante gli stage e l’assistenza sanitaria.

Per chi non usufruisce della sistemazione negli alloggi messi a disposizione dall’Università, la quota annuale è di Euro 14.000,00.

5129 visite

Contatta l'università

 Accetto l'informativa sulla privacy