Laurea

CORSI DI LAUREA TURISMO PRIMO LIVELLO, ECONOMIA DEL TURISMO L33,

Corso di Laurea in Economia del Turismo – Rimini

Non ancora recensito.

Il corso di laurea di Economia del Turismo fornisce agli studenti le conoscenze economiche e manageriali essenziali per poter lavorare nelle imprese e nelle organizzazioni del settore turistico, sia in ambito nazionale sia a livello internazionale. Il corso ha ricevuto la certificazione di qualità TEDQUAL.

  • DoveRimini
  • LaureaI° Livello
  • Durata3 anni
  • ClasseL-33
  • DipartimentoScienze Economiche
  • AccessoDiploma di scuola media superiore
  • ModalitàConvenzionale
  • Stage

Il corso di laurea in Economia del Turismo, proposto nella sede di Rimini, è un percorso di studio triennale che consente di acquisire le conoscenze necessarie per poter operare nelle organizzazioni impegnate nella promozione delle destinazioni turistiche, nelle aziende del comparto del turismo e dell’hospitality, oppure in quelle specializzate nell’organizzazione di eventi e nell’ideazione di prodotti turistici.

Agli studenti viene data l’opportunità di sviluppare competenze economiche e manageriali per operare sul mercato turistico ad ogni livello: pubblico e privato, nazionale ed internazionale. Un percorso completo che permette di ampliare le prospettive occupazionali.

Lo sviluppo dei temi etici e della sostenibilità dà valore aggiunto a questo corso di laurea triennale che ha tra l’altro ottenuto la certificazione di qualità TEDQUAL dell’Organizzazione mondiale del turismo. L’attenzione alle tematiche ambientali permette di operare in un segmento di mercato in costante ascesa.

L’obiettivo del corso di laurea triennale in Economia del Turismo è quello di formare profili professionali dalle elevate capacità manageriali, spendibili nel settore del turismo e dell’hospitality.

Durante il percorso di studio si acquisiscono le conoscenze per operare a ogni livello in seno alle imprese turistiche e in quelle alberghiere.

Anche la capacità di progettare lo sviluppo delle destinazioni turistiche o di ideare e promuovere un evento fa parte del dna di questo corso. Lo sviluppo di idee progettuali e le analisi di mercato completano il quadro di una formazione a tutto campo.

Il laureato in Economia del Turismo può trovare occupazione nelle imprese turistiche e alberghiere, negli enti pubblici e nelle organizzazioni del settore.

Altri sbocchi interessanti sono offerti dalle società di informazione e accoglienza turistica, in quelle di promozione turistica e nelle agenzie di comunicazione.

Le consulenze esterne, la possibilità di operare per fiere e congressi o, ancora, per il mondo dell’informazione, sono altre possibilità offerte da questo percorso di studio.

Attività di base:

  • STORIA DEI CONSUMI E DELLE IMPRESE TURISTICHE8 CFU
  • MICROECONOMIA 8 CFU
  • RAGIONERIA GENERALE E APPLICATA ALLE AZIENDE TURISTICHE 8 CFU
  • MATEMATICA GENERALE 8 CFU
  • DIRITTO PRIVATO E DELL’IMPRESA8 CFU

Attività caratterizzanti:

  • ECONOMIA DEL TURISMO 8 CFU
  • POLITICA ECONOMICA E DELL’AMBIENTE 8 CFU
  • ECONOMIA DELLA CULTURA 8 CFU
  • MACROECONOMIA 8 CFU
  • ECONOMIA DELLE RETI E DEI SISTEMI LOCALI 8 CFU
  • ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE 8 CFUSTRATEGIC MANAGEMENT 8 CFU
  • PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLE AZIENDE TURISTICHE8 CFU
  • MATEMATICA FINANZIARIA 8 CFU
  • ANALISI DI MERCATO 8 CFU
  • STATISTICA 8 CFU
  • AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E MERCATO DEL TURISMO 12 CFU

Attività affini:

  • MARKETING DELLE IMPRESE TURISTICHE
  • GEOGRAFIA DEL TURISMO SOSTENIBILE 8 CFU
  • INFORMATICA GENERALE 8 CFU

Per accedere al corso di laurea è necessario essere in possesso di un diploma di scuola media superiore.

Previsto anche l’accertamento delle conoscenze e competenze nella lingua inglese.

Convenzionale

Non indicato.

Italiano

Controlla le tasse alla pagina web del corso di laurea.

  • Giovanni BattistaBarillà
  • Patrizia Battilani
  • Anna Cicchetti
  • Marco Corsino
  • Marcella Gola
  • Alessia Mariotti
  • Franco Nardini
  • Roberto Patuelli
  • Antonello Eugenio Scorcu
  • Elisabetta Carfagna
  • Marcella Gola
  • Roberto Patuelli
  • Patrizia Battilani

La prova finale prevede la discussione di una relazione scritta; può essere teorica, basata su un’esperienza empirica di ricerca oppure ispirata dall’attività di tirocinio.

L’elaborazione avviene sotto la guida di un docente.

Il laureato in Economia del Turismo sviluppa capacità per operare a tutto campo nel settore del turismo e dell’ospitalità.

Può svolgere le seguenti attività:

  • Quadro amministrativo di impresa turistica;
  • Hotel Manager;
  • Direttore di azienda turistica o del personale;
  • Addetto alla pianificazione turistica;
  • Promotore turistico;
  • Addetto al destination management;
  • Consulente di sviluppo locale;
  • Addetto allo sviluppo e alla pianificazione di un evento (Eventdeveloper);
  • Coordinatore di rete di imprese;
  • Consulente di sviluppo locale;
  • Addetto al project management;
  • Addetto alla Market analysis;

Il corso, inoltre, prepara alla professione di:

  • Contabili – (3.3.1.2.1) ISTAT
  • Economi e tesorieri – (3.3.1.2.2) ISTAT
  • Tecnici della vendita e della distribuzione – (3.3.3.4.0) ISTAT
  • Tecnici del marketing – (3.3.3.5.0) ISTAT
  • Tecnici delle attività ricettive e professioni assimilate – (3.4.1.1.0) ISTAT
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali – (3.4.1.2.1) ISTAT
  • Organizzatori di convegni e ricevimenti – (3.4.1.2.2) ISTAT
  • Agenti di viaggio – (3.4.1.4.0) ISTAT

Recensioni degli studenti

Nessuna opinione su questa laurea

Lascia la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

SI NO

Se ne parla nel forum: TESTIMONIANZE E DISCUSSIONI

Loading...

Richiedi Informazioni

Richiedi maggiori informazioni a Università degli Studi di Bologna – Campus di Rimini

Privacy Policy - Termini e Condizioni d'uso

Ricerca avanzata

CON QUALE LAUREA VUOI COSTRUIRE
IL TUO FUTURO? ISCRIVITI!
Compila il modulo per ricevere
aggiornamenti direttamente nella tua casella mail. 100% Free.
I tuoi dati non saranno mai ceduti a terzi. Acconsenti L.196/2003